Trading automatico

Il trading online

Trading online

Trading online


Ultimamente il trading online rappresenta una delle occasioni più concrete per cercare di guadagnare qualcosa in più che di questi tempi è molto gradita vista la situazione di crisi in cui ci troviamo.

Il trading online è alla portata di tutti perchè uno dei vantaggi più grandi è che per poterlo fare basta essere sotto una copertura internet ed avere a disposizione un device di ultima generazione.

Il trading online è nato in Gran Bretagna e dopo poco tempo si è divulgato a macchia d’olio in tutto il mondo, uno dei motivi principali è che si possono ottenere dei guadagni elevati in pochissimo tempo.

Ogni investitore può sfruttare qualsiasi mercato borsistico e potrà effettuare qualsiasi manovra di compravendita su qualsiasi bene azionario presente.
Come dicevamo prima il trading online lo si può effettuare semplicemente con un device mobile quindi da questo se ne deduce che non esiste una sede fisica per poter effettuare le contrattazioni.

Il risultato è che questo mercato è aperto cinque giorni su sette, 24 ore su 24 quindi la decisione di lavorare di più o di meno dipende soltanto da voi.

I Broker di trading online

Broker trading online

Broker trading online


Con i tempi che corrono e le varie crisi economiche molte persone si sono rese conto che il normale stipendio non basta più, molte di queste hanno iniziato a cercare in internet metodi alternativi per cercare di trovare entrate economiche supplementari.
Una di queste alternative è senz’altro il trading online, molti già lo fanno ma dovete sapere che per poter sfruttare questa tipologia di lavoro dovrete rivolgervi a dei broker professionisti ed utilizzare le piattaforme che mettono a disposizione.

La maggior parte di queste piattaforme sono di estrema facilità di utilizzo ma ricordate di controllare che siano legali e regolamentate dagli organi preposti al controllo.

Purtroppo internet è pieno di furbetti che cercano continuamente di sfruttare nuove argomentazioni per riuscire a truffare chiunque, ecco perchè ci raccomandiamo sempre di controllare la legalità della piattaforma di trading online.

Il fatto che molte persone hanno iniziato a fare trading online per arrotondare è dato dal fatto che si possono ricevere guadagni consistenti e in breve tempo.

Il trading online è una truffa?

Il Trading online è una truffa?

Il Trading online è una truffa?


Con i tempi che corrono la fiducia delle persone è ai minimi storici, giustamente con tutte quelle che si sentono e con tutti i furbetti che sono alla continua ricerca di spillare soldi alla gente onesta è normale che non ci si fidi più di niente che non si conosce realmente.

Il trading online ne è la prova, purtroppo moltissime persone lo considerano un’ennesimo escamotage per rubare soldi ma in realtà non è così.

Il trading online è una reale opportunità che è aperta a tutti, logicamente, come in tutte le cose anche questa nuova tipologia di lavoro ha le sue difficoltà e bisogna documentarsi bene prima di intraprenderla.

Oramai il poter operare sfruttando le borse mondiali non è più riservato a pochi eletti dal portafoglio enorme, con l’avvento delle linee internet veloci questa opportunità è stata allargata praticamente a tutti.

La cosa importante prima di iniziare è quella di documentarvi bene, online troverete moltissimi broker che offrono all’interno dei loro portali intere aree dedicate all’insegnamento con migliaia di ebook e video corsi specifici, sfruttateli perchè oltretutto sono completamente gratuiti.

Il Conto Demo nel Trading online

Molte persone, oramai da tempo si sono lanciate nel trading online, un pò per sfida, un pò per cercare nuovi stimoli ma la maggior parte di loro lo ha fatto per cercare di guadagnare di più e con il trading online i guadagni possono essere anche molto sostanziosi.
Nonostante questo tutte quante queste persone hanno iniziato sfruttando l’opzione conto demo, modalità particolare che viene concessa da tutti i broker regolamentati.

Questa funzionalità consiste nel far operare i trader provetti con un programma virtuale all’interno dei mercati borsistici reali ma con una differenza di base, non verranno utilizzati soldi veri ma una specie di moneta virtuale.
Logicamente essendo degli investimenti virtuali, pur essendo fatti su mercati reali porteranno soltanto guadagni fittizi che non potranno essere incassati in alcun modo.

Questa metodologia di trading è stata messa a disposizione dei trader per cercare di fargli acquisire più esperienza possibile prima di passare al trading vero e proprio.

I Robot Funzionano se sai come usarli

Ma i “robots”, ecco la domanda ricorrente, sono davvero così attendibili e sicuri come sembra?
La nostra convinzione, è che un “robot” automatico può davvero fare la differenza.

Riteniamo che i “robots”, almeno quelli seri e professionali da noi presi in esame per questa recensione, siano capaci di migliorare sensibilmente le aspettative di successo di qualsiasi operatore, a patto, però, che si tengano in considerazione almeno due fattori: il primo è che i segnali ottenuti e generati dai robot non vengano considerati come segnali di trading infallibili, e come tali, quindi, andrebbero usati con la massima prudenza.
Il secondo aspetto da tenere in considerazione quando si fa uso dei robot, è legato alle aspettative di guadagno che ognuno di noi riversa nelle opzioni binarie.

Con questo vogliamo dire che non è ragionevole aspettarsi guadagni stratosferici se anche il nostro budget non è di pari dimensioni.
Un robot per restituire risultati percentualmente validi, ha bisogno di lavorare su di un numero di operazioni ampio, nell’ordine di 100/200.
Di conseguenza il nostro Budget iniziale deve tener conto di questo criterio.

Sconsigliamo di fare trading automatico se il nostro budget non è all’altezza di sopportare più di qualche chiusura in perdita.
Consigliamo vivamente, invece, l’uso dei “robot” se il nostro conto di trading ce lo consente.
In questo caso potremmo davvero ottenere i massimi benefici dai robot.

Cosa significa fare trading con i Robot

Per prima cosa va detto che per far funzionare un “robot” non è necessario possedere grandi competenze in materia.
Un robot è impostabile con pochi e semplici passaggi, ed è anche un ottimo strumento per imparare a fare trading.

In secondo luogo usare un “robot automatico” significa essere sempre aggiornati di quanto sta accadendo sui mercati finanziari, ed essere al corrente anche del più piccolo e nascosto dei segnali di trading che da questi emerge.

Un’altra peculiarità dei “software automatici” è legata al fatto che chi fa uso di questi sistemi non è più obbligato a restare incollato di fronte al monitor a monitorare il mercato e i prezzi.
Vantaggio non trascurabile se pensiamo al fatto che i segnali di trading riguardano “sottostanti” (le opzioni binarie) scambiate su tutti i mercati finanziari internazionali, e come tali soggette ai diversi fusi orari.

Quanto sbagliano i Robot

Il livello di attendibilità di un “robot”, cioè di quante operazioni risultano chiudersi vincenti e quante perdenti, è misurato sulla base di un certo numero di operazioni, che come abbiamo appena detto mai inferiori alle 100.

Sarebbe alquanto pretestuoso e privo di qualsiasi fondamento scientifico aspettarsi da un “robot”, per quanto perfetto ed affidabile, di farci vincere 8 operazioni su un totale di 10 avviate.
Più verosimile, invece, e compatibile con i test da noi effettuati, chiudere l’80% di operazioni vincenti su un totale di 100 avviate.

Quindi le nostre conclusioni ci portano ad effermare:

1) I guadagni sono debitamente proporzionati al nostro budget.
2) Che i robot sono affidabili se misurati sulla media/lunga distanza.

Quali Robot funzionano meglio

Un “robot” è progettato per prendere decisioni di trading elaborando contemporaneamente più costanti (volume, prezzo, ipercomprato, ipervenduto, chiusure precedenti, etc), e sulla base di queste, anticipare il movimento dei prezzi e del mercato.
Un robot può essere adoperato per sessioni di trading 100% automatiche, in cui sarà il robot stesso ad aprire e chiudere le operazioni da lui ritenute congrue, o per sessioni di trading in cui il robot fungerà da “assistente”.

Nel primo caso ci basterà impostare due o tre parametri (asset, limite di vincita, indicatori, etc) e dare il via alle negoziazioni automatiche.
Nel secondo caso, invece, possiamo servirci di un “robot” come una sorta di fiancheggiatore, un nostro personale consigliere, salvo poi tenerci noi la decisione di acquisto o meno.

Dove utilizzare i Robot

Non tutti i Broker vedono di buon grado l’utilizzo dei “robot” sulle loro piattaforme.
I motivi, evidentemente, sono intuibili, e vanno cercati nella grande precisione che questi software hanno ormai raggiunto.

Precisione ed affidabilità in grado di mettere in ginocchio le casse dei Broker?
Non lo sappiamo con esattezza, quello che invece sappiamo e che vogliamo qui portare alla vostra attenzione, è il fatto che tra tutti i Brokers già recensiti su queste pagine, 24option,  BDSwiss e Optionweb, sono tra quelli che autorizzano i loro utenti ad utilizzare i robot di auto trading online.

Per maggiori informazioni visita:
www.bassilo.it
www.tradingmania.it